Buskers Deaf Logo

 

 

In collaborazione con

 

 

Ferrara Buskers Deaf Logo

 

25, 26 e 27 agosto 2017

Buskers Deaf 2017 Video 1

Buskers Deaf 2017 Video 2

 

L’idea di creare questo gruppo e di proporre una collaborazione con il Buskers Festival nasce da Maurizio Scarpa. In arte Pallina Rossa, Maurizio è mimo e attore sordo che ha partecipò già alla manifestazione come artista accredidato. L’entusiasmo del presidente AIDUS Gennaro Ciardiello e la voglia di Maurizio di condividere questa esperienza con altri amici e colleghi hanno portato alla nascita di questo progetto. L’intenzione forte è quella di mostrare al mondo udente una differente forma di espressione artistica.

Spesso infatti l’artista sordo si muove unicamente all’interno della sua ristretta comunità. “Camminare per le vie affollate e ritrovarsi ad apprezzare la performance di un artista. Senza sapere se sia sordo o udente. Questa è la vera inclusione” afferma Serena Longo, segretaria AIDUS e interprete LIS. “Si scopre sempre un mondo affascinante negli artisti di strada. Riuscire ad apprezzarlo, al di là di ogni preconcetto, è lo scopo della nostra iniziativa”.

Questo progetto creerà nuove intersezioni tra coloro che, spinti dalla curiosità nei confronti delle molteplici culture coinvolte dai Buskers, si troveranno davanti agli occhi anche un mondo che ogni giorno si muove in parallelo al loro. Le differenti abilità che l’individuo sordo sviluppa rappresentano una fonte eccellente per i diversi ambiti artistici. Maggiore sensibilità visiva, spiccata mimica ed espressività fisica: tutti strumenti maturati nel tempo come principali metodi per comunicare.

Si tratta quindi di mostrare a tutto il pubblico del Festival – fino ad oggi composto prevalentemente da udenti – come un artista possa essere definito tale indipendentemente dalle sue caratteristiche sensoriali. Ma Buskers Deaf vuole inoltre essere un’occasione per i sordi che ancora non hanno trovato il coraggio di mettersi in gioco. Vedere chi è riuscito ad emergere dal silenzio e ad attirare un pubblico così multiforme, potrà dare fiducia anche ad altri artisti per le prossime edizioni del festival.

Per fornire un’accessibilità linguistica che sia il più completa possibile, AIDUS sarà presente con un proprio Punto Informazioni, accanto a quello ufficiale del Ferrara Buskers Festival. Qui interpreti/mediatori LIS accoglieranno i visitatori sordi e tutti coloro che saranno interessati ad addentrarsi in questa affascinante realtà.

Buskers deaf Castello Muro

Gli artisti che faranno parte del progetto Buskers Deaf sono 8.

Maurizio Scarpa sarà il coordinatore, in quanto dotato di maggiore esperienza sia teatrale che di performance di strada. Maurizio ha fondato nel 1985 a Taranto il “Teatro per Sordi”. Da sempre è attivo nei teatri e nelle strade d’Italia come attore, mimo, mediatore e insegnante LIS. Si presenta come parte del duo Pallina Rossa insieme a Viviana Vergari, esperta di clown-terapia.

Le dinamiche paradossali ed esilaranti della clownwerie saranno al centro anche del lavoro della scatenata e coloratissima Alina Kriksciukaite.

Un altro duo sarà quello formato da Calogero la Bella, in arte Mago Jerry, e la moglie Annnalisa Betto. La coppia comica siciliana è molto famosa all’interno della comunità sorda. Propone esilaranti quadretti che fanno da sfondo ai numeri d’illusionismo. Mago Jerry è capace di incantare spettatori di ogni età ed di convincere anche il pubblico più scettico.

Un altro prestigiatore è Andrea Truffa, conosciuto come Mago Andrew. Questo artista è riuscito a rendere la principale difficoltà per un prestigiatore sordo il suo punto di forza. Dover utilizzare le mani come unico strumento sia per eseguire il proprio numero sia per comunicare con il pubblico è una grande sfida. Il Mago Andrew è riuscito a trasformarla in una risorsa artistica unica.

Da Napoli arriverà poi Roberto Esposito, mimo e comico che fin da giovanissimo coltiva l’arte della pantomima in giro per le grandi piazze d’Italia e d’Europa. Allievo del grade Erdinc Dincer, trasporta gli spettatori indietro nel tempo agli albori di questa grande arte capace di impressionare e divertire grandi e piccini.

E infine, l’insegnante e performer di salsa cubana Salsavino, Savino Melacarne, unico sordo in Italia ad aver raggiunto il titolo di Maestro d’oro. Egli mostrerà al pubblico del Festival come la danza non sia solo una questione di suono, ma soprattutto di vibrazioni, ritmo e passione.

Per dare l’occasione di conoscere più da vicino il loro lavoro, questi otto artisti cureranno i seminari che si svolgeranno durante le tre mattine del Buskers Deaf:

Vai a Seminari Buskers Deaf 2017.

Rassegna stampa:

Leggi l’articolo sulla Nuova Ferrara.

Leggi l’articolo su Estense.com.

Leggi l’articolo su Redattore Sociale.

Leggi l’articolo su Storia dei Sordi.

Leggi l’articolo su Disabili.com.

Leggi l’articolo su SuperAbile INAIL.

 

Buskers Deaf Logo

 




Un grazie di cuore a chi ci sostiene: